conosciamo 1Il lungo viaggio degli agrumi

Il nome agrume deriva dal latino acer, cioè “aspro”, con riferimento al sapore dei frutti, mentre il nome botanico del genere più noto è Citrus con la specie sinesis l’arancio dolce, aurantium l’arancio amaro, paradisi il pompelmo, medica il cedro, limonum il limone, nobilis il mandarino.

Se esistesse una maratona delle piante, la medaglia d’oro andrebbe probabilmente agli agrumi. Questi alberi o arbusti sempreverdi, dal fiore spesso profumato e dal frutto ricco di zuccheri, di sali minerali e di vitamine, hanno percorso il mondo intero raggiungendo i luoghi più lontani. Il loro viaggio alla conquista del Pianeta iniziò il 3° millennio a.C. dalla Cina, loro terra originaria. In questo “cuore caldo” si sarebbero originati il mandarino e l’arancio, che in seguito a lunghe migrazioni spontanee o dovute all’uomo si sono insediati in tutti i Sud del mondo. Il limone viene invece dall’Indocina, dove il clima è ancora più caldo. Gli agrumi sono piante delicate e gracili, ma esistono da migliaia di anni, riuscendo a diffondersi ovunque.

 

conosciamo2Conosciamo gli agrumi

Ogni pianta ha la capacità naturale di espandersi nel territorio grazie al vento o agli animali che ne portano in giro il polline e i semi, ma può stabilirsi saldamente in un luogo diverso da quello di origine solo a certe condizioni. Gli agrumi, in tal senso, sono stati fortunati grazie alle loro caratteristiche: la bontà dei frutti e la bellezza del manto vegetale li ha resi sempre graditi all’uomo, che li ha custoditi e portati con sé come un dono dal cielo.

Il colore intenso delle arance rosse di Sicilia IGP non deve il loro pigmento soltanto al genotipo, ma anche al microclima tipico dell’Etna.

Le forti escursioni termiche in atto dal vulcano contribuiscono alla pigmentazione favorendone la sintesi. Il rapporto con il territorio siciliano e le sue peculiarità climatiche suggellano i frutti simbolo della Sicilia orientale.

Gli agrumi sono ricchissimi di vitamine, specie la vitamina C, in grado di supportare il sistema immunitario provato dal gelo invernale, ma sono anche ricche di nutrienti dalle proprietà antiossidanti, come i flavonoidi. Altra caratteristica di questi frutti è la presenza di oli essenziali e terpeni molto preziosi per la salute e la cosmesi.

 

conosciamo3Usi e proprietà benefiche degli agrumi

Gli agrumi furono ritenuti da subito preziosi per un motivo principale: si rivelano essere la migliore fonte di vitamina C nel periodo invernale e furono il migliore strumento per combattere l’influenza e proteggere il sistema immunitario.

Sebbene consumati freschi, in succo, in liquore o in marmellata, solo alcune specie e varietà si prestano però all’uso alimentare, mentre ce ne sono altre che non possono essere consumate al naturale dall’essere umano per via dell’eccessivo contenuto di oli aromatici utili per l’estrazione di oli essenziali, la preparazione di essenze e prodotti cosmetici.

In cucina, oltre al consumo al naturale, sono commercializzati soprattutto sottoforma di succhi di frutta, ma esistono, specie nelle cucine locali, numerose ricette che ne richiedono l’uso, come nei chutney o nelle carni agli agrumi.

Immancabili anche in pasticceria, dove li troviamo canditi, grattugiati, sotto forma di succhi, creme, marmellate, gelati, granite, sorbetti e chi più ne ha più ne metta.

Non va dimenticato l’impiego estetico per la bellezza e profumo come piante da giardino di molte specie di agrumi.

Frutti dall’inconfondibile profumo, essi trovano spazio non solo nella cucina o nella cosmesi ma anche come addobbi da utilizzare per svariati motivi rientrati nella tradizione popolare e nobiliare.

Le loro caratteristiche organolettiche li rendono un alimento utilissimo per conservare la salute umana: recenti studi medici hanno dimostrato che il loro alto contenuto di vitamina C, elemento tra l’altro mantenuto grazie al grado di acidità tipico del frutto, contribuisce all’attività surrenale, aiuta a prevenire l’infarto del miocardio ed il tumore allo stomaco e contribuisce ad allentare i danni del fumo.

 

 

true